Testo Alternativo
Testo Alternativo
Testo Alternativo
Home

GAMBARO

Clicca per ingrandire l'immagine
data: 
1861
Ubicazione
Settore D - Porticato superiore - Pantheon
numero: 
14

Il monumento fu eretto in memoria di Pietro Gambaro, ricco possidente, impresario edile e Consigliere Municipale, celebrato dai contemporanei come esempio di rettitudine morale e di impegno civile. L'allegoria della Speranza nella resurrezione - una figura femminile con l'ancora e un libro aperto tra le mani - si erge sul sarcofago sul quale è raffigurato, a bassorilievo, il momento in cui l'angelo della morte si accinge a sottrarre per sempre Pietro Gambaro alla moglie e ai figli: la varietà dei gesti e degli atteggiamenti dei famigliari conferisce un carattere quasi narrativo alla scena dell'ultimo contatto tra il defunto e i suoi cari. Il compianto, tema di derivazione classica ricorrente nell'iconografia funeraria, inizia così a perdere la sua dimensione aulica per proiettarsi nella concreta realtà quotidiana, diventando, sul piano individuale, testimonianza di affetti destinati a sopravvivere alla morte e, sul piano sociale, affermazione di valori, quali quello della famiglia, strutturali della borghesia ottocentesca